Nuovi problemi in casa Audi, questi modelli rischiano dei guasti: scatta subito il richiamo

Allarme per Audi, alcuni modelli sono a rischio guasti. Scattano i richiami, ecco cosa sta succedendo all’interno della casa automobilistica. 

La storia di Audi si intreccia con quella di August Horch, ingegnere tedesco che ha dato il via alla storia dell’azienda nel lontano 1899. Il primo modello del marchio tedesco risale al 1910 e presentava un propulsore 2.6 benzina da 22 cavalli. Con lo scoppio del Primo Conflitto Mondiale, la produzione Audi prosegue per i militari, ma purtroppo la fine della guerra provoca una forte crisi e nel 1927 viene dichiarata la bancarotta.

Audi richiama alcuni modelli
(Foto ANSA) Audi: a rischio molti veicoli (www.tuning.it)

Dopo essere stata acquistata da diverse società, nel 1964 Audi viene rilevata dal Gruppo Volkswagen e lancia sul mercato il modello DKW F 102 1.7 con 72 cavalli, svelata per la prima volta al Salone di Parigi. Nella seconda metà degli anni Ottanta. Audi vive il suo momento migliore, anche a seguito dell’accesa competizione con BMW e Mercedes-Benz. La guerra fredda tra le tre aziende automobilistiche, culmina con la commercializzazione della V8 nel 1990.

Durante tutti gli anni Novanta, la casa tedesca punta tutto sull’innovazione, sfidando apertamente la concorrenza: nasce così la prima auto di grande serie con telaio in alluminio, l’ammiraglia A8, poi seguita nel 1999 dalla piccola monovolume A2. In questo periodo vengono lanciate sul mercato altri modelli storici di Audi, come la famosa berlina A4 del 1994, la compatta A3 del 1996 e la sportiva TT del 1998.

Problemi in casa Audi: quali modelli rischiano dei guasti?

Nel settembre 2020, il marchio Audi è stato messo al corrente di alcuni incidenti che interessano veicoli elettrici e ibridi plug-in, in cui si sono verificati il surriscaldamento e la fusione alla presa industriale durante la ricarica con la spina industriale 220V/240V a 40 ampere. La casa automobilistica di Ingolstadt, in Germania, ha richiesto e analizzato le parti interessate, determinando che le prese di corrente e i cablaggi non sono in grado di gestire la corrente richiesta. Di conseguenza, Audi ha lanciato una campagna di assistenza in cui l’unità di controllo del sistema di ricarica è stata riprogrammata a un livello di potenza del 50% per la spina industriale.

Audi richiama molti veicoli
(Foto ANSA) Audi rischio guasti: richiamati molti veicoli (www.tuning.it)

I rivenditori autorizzati Audi sono già stati istruiti nella sostituzione del cavo di alimentazione con la spina di alimentazione per le prese industriali con un cavo di nuova concezione che integra i sensori di temperatura. I proprietari saranno avvisati tramite posta entro il 9 febbraio. Nel frattempo, i proprietari sono invitati a non utilizzare il cavo di ricarica portatile 220V/240V. In sostituzione, dovrebbero usare il cavo di ricarica domestica da 110 volt o le stazioni di ricarica pubbliche.

Impostazioni privacy