Ultim’ora Fiat, salta tutto sul più bello: sgomento tra gli appassionati

Un vero e proprio disastro sconvolge il mondo della Fiat, ed ora tutti sono sul piede di guerra. Ecco cosa sta accadendo.

Per il marchio Fiat ed i suoi dipendenti è arrivata una notizia non certo positiva, e che rischia di scatenare il caos in chiave futura. Il 2023 è stato l’anno del lancio della 600 e della minicar Topolino, mentre l’11 di luglio del 2024 toccherà alla nuova Panda, che verrà svelata per la prima volta in versione elettrica, e che diventerà un SUV di Segmento B, una rivoluzione totale rispetto alla piccola citycar che tutti noi conosciamo oggi.

Fiat notizia terribile
Fiat che caos – Tuning.it

Tuttavia, pare che un altro modello della Fiat non sia affatto certo di venire al mondo, in base a quanto è stato riportato in queste ultime ore. La vettura è stata la prima elettrica in assoluto nella storia della casa di Torino, e sta ottenendo degli ottimi risultati sotto il profilo delle vendite. Andiamo a vedere cosa sta per accadere e quello che rischiano in molti.

Fiat, ecco la notizia che spaventa tutti

Secondo quanto riportato dal “Corriere della Sera“, il futuro della nuova Fiat 500 Elettrica sarebbe a forte rischio. La vettura dovrebbe essere realizzata presso lo storico stabilimento di Mirafiori, alle porte di Torino, ed è proprio a questo luogo di produzione che sarebbero legati i maggiori dubbi. La 500 Elettrica, che è venuta al mondo nella sua prima versione nel 2020, dovrebbe arrivare con la sua seconda generazione nel 2027, ma non ci sono certezze in tal senso.

Fiat 500e a forte rischio
Fiat 500e alla presentazione (ANSA) – Tuning.it

Infatti, c’è la possibilità che la citycar ad emissioni zero slitti al 2030, con tre anni di ritardo rispetto a quella che era l’iniziale data per il suo arrivo nei concessionari. Stellantis ha provato a rassicurare tutti, affermando che tutti i modelli che sono in programma verranno progettati, realizzati e sviluppati, anche se non sono stati fatti chiaramente i nomi delle auto che arriveranno.

La Fiat 500e non è l’unico modello che pare essere a rischio per ciò che riguarda la holding multinazionale olandese, visto che anche il destino della Maserati Quattroporte elettrica è a rischio. L’ammiraglia della casa del Tridente sarebbe dovuta nascere, sempre a Mirafiori, a partire dal 2024, ma pare che la sua produzione sia stata per il momento fermata, e non ci sono notizie riguardo alla futura partenza dei lavori di realizzazione.

Siamo certi che Stellantis farà chiarezza in futuro, ma è chiaro che per i marchi italiani, che dovrebbero produrre le loro auto in Italia, ci sono forti incertezze. La nuova Panda sarà prodotta in Serbia e non a Pomigliano d’Arco, dove continuerà a nascere solo il modello attuale, che si chiamerà Pandina e che è confermata solo fino al 2026.

Inoltre, tanti altri nuovi modelli sono destinati a nascere in Francia o nell’est dell’Europa, a conferma del fatto che Stellantis stia cercando di allontanarsi e di investire sempre meno nel nostro paese. I sindacati stanno seguendo da vicino le varie vicende e c’è uno stato di forte preoccupazione, nella speranza che venga fatta chiarezza il prima possibile dai vertici.

Impostazioni privacy