Alonso-Hamilton, spunta il retroscena shock: non se lo sarebbe mai aspettato

Lewis Hamilton e Fernando Alonso sono due dei più grandi piloti della storia, ma tra i due non è mai corso buon sangue.

Presentarsi al primo anno della propria carriera in F1 con la supponenza e l’arroganza di poter giocarsela ad armi pari con un due volte campione del mondo significa solo due cose: o si è un pazzo o si è un fenomeno. Non ci sono dubbi sul fatto che Lewis Hamilton rientri nella seconda categoria, ma nel 2007 furono scintille con Fernando Alonso.

Ron Dennis Alonso Hamilton McLaren 2007 F1 Mondiale
Lewis Hamilton e Fernando Alonso (Ansa – tuning.it)

Bisogna sottolineare un concetto importante, ovvero che Hamilton era da anni un pilota coccolato all’interno dell’Academy della Mercedes, scuderia che al tempo non esistenza in F1 ma con la casa di Stoccarda che consegnava il motore alla McLaren. Dunque è normale che ci fosse un occhio di riguardo verso questo baby fenomeno.

Alonso arrivava in McLaren dopo aver posto fine al regno straordinario e indiscusso di Michael Schumacher, con il Kaiser che aveva provato a vincere l’ottavo Mondiale nel 2006 ma senza riuscirci. La Ferrari aveva preso proprio da casa McLaren il successore del tedesco, quel Kimi Raikkonen che rimarrà per sempre nel cuore dei tifosi della Rossa.

Intanto a Woking si era costruita un’auto da primissime posizioni, peccato solo che Alonso ed Hamilton si fecero la guerra per tutta la stagione. Alla fine questo scontro fratricida interno ebbe delle conseguenze drammatiche da un punto di vista sportivo, con la gara di San Paolo che diede alla fine il titolo mondiale alla Rossa lasciando a bocca asciutta i due piloti della casa inglese. A distanza di anni i due sono ancora in pista e gli aneddoti su quel pazzo anno non mancano.

“Alonso non temeva Hamilton”: la clamorosa rivelazione di Ron Dennis

A quel tempo il difficilissimo compito del Team Principal in casa McLaren spettava a Ron Dennis. Quest’ultimo doveva cercare di placare gli animi tra due fenomeni della pista e dove nessuno dei due aveva la benché minima intenzione di lasciare la supremazia al proprio rivale.

Ron Dennis Alonso Hamilton McLaren 2007 F1 Mondiale
Ron Dennis (Ansa – tuning.it)

A inizio anno Hamilton era solo un debuttante, motivo per il quale Alonso non avrebbe mai immaginato di dover lottare con Lewis per il Mondiale e questo lo ha anche specificato chiaramente Ron Dennis. “Quando disse ad Alonso che avrei messo Hamilton come secondo pilota mi chiese se non avessi intenzione di vincere il Mondiale costruttori. Non lo riteneva di certo una minaccia o qualcuno che lo avrebbe impensierito per la lotta al titolo. Fin da subito lo stesso Fernando ha capito che si stava sbagliando”.

Fu una stagione davvero folle quella del 2007, con Alonso che in Ungheria fu protagonista di un clamoroso sabotaggio nei confronti di Hamilton, ritardandone volutamente l’uscita dai box per effettuare il tempo in qualifica. Alla fine quel giovane britannico che era solo al debutto in F1 e che era stato poco considerato dal Principe delle Asturie non solo fu un pericolo in quella stagione, ma sarebbe diventato il pilota più vincente di sempre nella storia della più importante competizione motoristica a quattro ruote.

Impostazioni privacy