FIA, altro scandalo in vista: spunta un clamoroso tweet cancellato

La FIA sta accumulando brutte figure a ripetizione, ed ora c’è un’altra novità che non fa ben sperare. Ecco cosa è successo.

Nonostante la fine del mondiale di F1, c’è ancora tanto da discutere all’interno dell’ambiente FIA, con la settimana che si sta concludendo che ha dato origine a tanti malumori. Infatti, la Federazione Internazionale ha messo sotto inchiesta Toto Wolff per conflitto di interessi, dal momento che la moglie Susie è presente nell’ambiente come managing director della F1 Academy, il campionato tutto al femminile che segue la massima formula.

FIA Sulayem altro scandalo
FIA Sulayem ad una gara (ANSA) – Tuning.it

Tuttavia, la totalità dei team ha espresso solidarietà e si è opposta alla FIA, portando l’organo che dirige il campionato a ritirare l’inchiesta. Si è trattato di un’enorme disfatta politica per quest’ente, ed ora è arrivato un altro retroscena che fa davvero paura ai vertici. Il protagonista è il presidente Mohammed Ben Sulayem, per il quale sono in arrivo tempi bui.

FIA, c’è il mistero del tweet che è stato rimosso

In quel di Baku, dove si corre anche il Gran Premio di Azerbaijan, è andata in scena la classica cerimonia di premiazione della FIA per i campioni delle varie categorie. Tra i grandi assenti c’era Mohammed Ben Sulayem, ovvero il presidente della Federazione Internazionale, per il quale in molti stanno chiedendo le dimissioni dopo il fattaccio relativo all’indagine di cui vi abbiamo parlato poco fa.

Mohammed Ben Sulayem ancora guai
Mohammed Ben Sulayem ai box (ANSA) – Tuning.it

A comunicare che il presidente non avrebbe presenziato alla cerimonia ci ha pensato un portavoce della FIA, annunciato che Sulayem ha subito una caduta che gli ha provocato una commozione cerebrale. La caduta sarebbe stata causata da un lieve malore, ma c’è qualcosa che non torna e che fa pensare che sia successo qualcosa di molto differente.

Infatti, un tweet dello stesso Sulayem di qualche giorno fa è stato cancellato, ed in quel messaggio si parlava della sua intensa attività diplomatica che era in corso per cercare di calmare le acque in un periodo piuttosto complesso. Andando a ritroso, come segnalato anche da “Formulapassion.it“, questo tweet sarebbe sparito in seguito, come a far capire che la sua assenza a Baku non sia dipeso dalla caduta.

Infatti, si teme che la sua mancata presenza sia legata alla brutta figura rimediata in questi giorni a seguito dell’inchiesta ai danni di Toto Wolff, e pare proprio che la caduta sia stata un escamotage per evitare di prendere parte alla serata. Ovviamente, non verrà mai data l’ufficialità su un questione così delicata, ma è chiaro come in Federazione Internazionale ci sia molto da riflettere, sia sul lato gestionale che comunicativo.

Sui social, in questi giorni, sono arrivate tante richieste di dimissioni a Sulayem, che di certo non ha svolto un lavoro eccelso nel corso della sua presidenza. Dopo Jean Todt, trovare qualcuno che avesse lo stesso impatto, anche a livello carismatico, era molto difficile, ma tutto ciò non lo avrebbe potuto prevedere nessuno. Vedremo se Sulayem sarà in grado di risanare la frattura, ma al momento ci sono poche speranze.

Impostazioni privacy