Volkswagen vuole mangiarsi il Cybertruck: questo pickup è una bomba di stile

Volkswagen punta in grande in vista del futuro. Lo certifica l’ultima news che riguarda il colosso tedesco dell’automobile.

La Volkswagen è un’azienda straordinaria, che nel corso della sua lunga storia ha realizzato davvero imprese spettacolari e indimenticabili. A partire dal Maggiolino per passare alla Golf, alla Polo e così via. Adesso pensa costantemente al suo futuro all’interno dell’automotive.

volkswagen scout auto elettriche
Volkswagen (tuning.it – Pixabay)

Sempre al vertice del settore, ovviamente, come dimostrato dall’ultimo progetto della società tedesca. Ci riferiamo al progetto Scout. Si tratta di un nuovo marchio ispirato all’International Harvester Scout, che collaborerà con Magna International per la realizzazione di vari modelli elettrici.

Scott Keogh, CEO Scout, ha parlato dell’avanzamento di questo progetto, che potrebbe avere una rilevanza non poco significativa per il Gruppo Volkswagen. Approfondiamo la questione nelle prossime righe.

Volkswagen, tutto sul progetto Scout: i dettagli

Magna Steyr e Volkswagen hanno dato vita ad un accordo dal valore di circa 450 milioni di euro. L’azienda austriaca, parte integrante dello sviluppo del Mercedes EQG e dell’Ineos Grenadier, punta veramente moltissimo sulla partnership con il Gruppo Volkswagen. Si prevedono succose e notevoli novità sul futuro di questa importante svolta per il futuro di Scout.

Anche perché Volkswagen punta a produrre il primo pick-up e il primo SUV 100% elettrici di Scout in un impianto strategico vicino alla Carolina del Sud negli Stati Uniti. Ciò richiederà un investimento di quasi 2 miliardi di dollari e prevederà una capacità produttiva di 200.000 veicoli all’anno.

volkswagen scout auto elettriche
Volkswagen (tuning.it – Pixabay)

Il piano è quello di rafforzare la sua presenza all’interno del mercato elettrico. Il primo concept della vettura a zero impatto ambientale che verrà è prevista nel 2024. Il valore di mercato della nuova vettura, comunque, dovrebbe essere di circa 40.000 euro. Il primo dei due modelli a debuttare dovrebbe essere il SUV, magari già nel 2026. Dovrebbe essere poi il momento del pick-up elettrico – sempre nel 2026 – senza contare che è previsto anche un SUV robusto marchiato Audi.

Quest’ultimo potrebbe condividere la base tecnica con i modelli Scout, posizionandosi magari in competizione con la Mercedes Classe G e il Land Rover Defender. E’ chiaro che tutte queste azioni portate avanti da Volkswagen hanno il grande obiettivo di mettere in difficoltà i principali colossi automobilistici del mercato elettrico.

Pensiamo prima di tutto a Tesla, ma anche a BYD che ha vissuto un 2023 da favola. Vedremo come andranno le cose in vista del futuro. Una cosa è certa. Si accende sempre di più la discussione legata al futuro dell’automotive, e Volkswagen accelera non di poco il suo lavoro in tal senso.

Impostazioni privacy