Assicurazione auto, nuove regole in arrivo: ecco a cosa fare attenzione

L’assicurazione dell’auto è un aspetto importante per la circolazione, ed ora c’è una novità molto importante che di sicuro non farà piacere.

Oggi vi parleremo di una grande novità che riguarda l’assicurazione auto, con una vera e propria mazzata che ha colpito gli automobilisti. Il tutto riguarda una modifica che si occupa di monitorare la RC Auto, vale a dire la responsabilità civile, che come vedremo in seguito, è l’unica polizza che tutti i veicoli a motore devono possedere per poter circolare. Tuttavia, la modifica riguarda proprio quest’ultima frase, dal momento che non si parlerà più soltanto di circolazione.

Assicurazione che stangata
Assicurazione brutte notizie – Tuning.it

In molti, infatti, sono soliti seguire una pratica che sino a poco fa era pienamente a norma di legge, ma che ora sarà vietata mandando su tutte le furie chi la applicava. Ora non sarà più possibile gestire l’assicurazione a proprio piacimento in un caso molto particolare, riguardante la sospensione della polizza in determinati periodi di tempo. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Assicurazione, ecco la grande novità

Oggi vi parleremo di una grande novità che riguarda l’assicurazione dell’auto, in particolare, la RC Auto, che sarebbe la responsabilità civile, quella obbligatoria per tutti gli automobilisti. Dal 23 di dicembre non ci sarà più alcuno sconto sulle assicurazioni dei veicoli a motore. Inoltre, è stato ribadito come la legge sia molto chiara, e tutti i mezzi dotati di un motore devono necessariamente essere coperti da una polizza, con regole che diventano sempre più stringenti.

RC Auto che novità
RC Auto cambia tutto – Tuning.it

Essi devono essere coperti dalla suddetta polizza anche nel caso in cui non circolino su strade pubbliche o aperte al pubblico, rimanendo chiuse in aree private. Tutto ciò è una conseguenza di un decreto relativo ad una direttiva europea del 2019, che è stato però pubblicato da poco tempo sulla Gazzetta Ufficiale del nostro paese.

In sostanza, il nuovo decreto va a cambiare alcune cose relative alle assicurazioni private, e va a togliere del tutto la possibilità di non assicurare veicoli che non sono in marcia, o che sono in sosta su strade che non sono accessibili alla popolazione. Dunque, se avete un’auto o una moto in sosta, che ha un’assicurazione a sospensione perché non la utilizzate per diverso tempo, non potrete più decidere di sospenderla nel prossimo futuro. Una bella batosta per i tanti che adottavano questa pratica, molto utile per risparmiare qualcosa.

Ecco cosa è stato scritto nel nuovo testo: “L’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile si applica ai veicoli a motore in maniera del tutto indipendente dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento. L’obbligo di assicurare i veicoli si estende anche a zone private o in cui l’accesso è soggetto a restrizioni“. A questo punto, viene fotografato un quadro che è ben differente da quello del passato, e siamo sicuri che non mancheranno le polemiche. La sospensione temporanea delle assicurazioni era molto utile, ed ora c’è un limite non da poco a questa pratica. Occorrerà fare attenzione in questi casi.

Impostazioni privacy