Multe auto, l’ultimissima novità spaventa i cittadini: fate tutti attenzione

Sul fronte delle multe c’è una novità che fa tremare i cittadini, che ora devono stare molto attenti. Ecco cosa cambia di preciso.

Le multe sono una delle più grandi paure che possono avere gli automobilisti, ed oggi vi parleremo di una città che nel 2023 ne ha comminate davvero parecchie a chi si spostava in auto. Ancora una volta, è venuto fuori tutto il senso di irresponsabilità di una serie di cittadini, che non si interessano del fatto di mettere costantemente a rischio la loro vita e quella degli altri utenti della strada, che magari si impegnano, invece, per rispettare le regole.

Multe che disastro
Multe notizia pessima – Tuning.it

Come vedremo in seguito, a volte le multe vengono quasi estorte con l’utilizzo di autovelox piazzati in modo sin troppo furbo, ma in altre occasioni sono sin troppo poco per chi guida in maniera del tutto irresponsabile. A tal proposito, andiamo a vedere cosa è accaduto nel 2023 in una splendida città italiana, dove sono state rifilate tantissime sanzioni pecuniarie a chi non rispetta le regole.

Multe, ecco la grande novità che fa paura

Le multe sono dunque un mezzo che può seriamente spaventare i cittadini, ed anche se a volte vengono comminate anche in modo furbo, va detto che in altre occasioni risultano essere sacrosante. Questo è il caso di quando si guida facendo uso del cellulare, causa di tantissimi incidenti, anche mortali, che quasi quotidianamente avvengono sulle strade italiane. Mentre si è al volante, non possiamo permetterci alcuna distrazione, anche quando si procede a basse velocità, perché può sempre scapparci la tragedia.

Multe auto dato assurdo
Multe auto stangata a Bologna (ANSA) – Tuning.it

Ebbene, sul sito web “Formulapassion.it“, è stato riportato un caso davvero clamoroso, che proviene da una delle città italiane più importanti e note. Stiamo parlando di Bologna, dove sono state comminate 2.156 multe per chi guidava con il cellulare in mano. I dati che riguardano il 2023 ci parlano di ben 27.943 sanzioni pecuniarie rifilati agli automobilisti nel corso dell’anno passato, con 1.573 che invece hanno colpito coloro che guidavano senza indossare la cintura di sicurezza.

Tra quelle che sono le infrazioni più diffuse, non sono da meno le 1.262 sanzioni che hanno dovuto pagare coloro che hanno superato i tempi di guida tra gli autotrasportatori, per i quali vige un regolamento molto chiaro e serio. Sono 1.145 le sanzioni che riguardano l’eccesso di velocità, all’interno di una città che, nelle sue zone centrali, ha fatto molto discutere per aver imposto il limite a soli 30 km/h. Di certo, questo cambiamento rispetto al passato ha mietuto molte più vittime, ed infatti le sanzioni pecuniarie sono aumentate di gran lunga se facciamo un confronto già solo con il 2022, per non parlare degli anni ancor precedenti.

Inoltre, nella nota della Polizia Stradale, sezione di Bologna, Gianfranco Martorano, il dirigente di questa sezione, ha parlato anche di atti criminali come quello di guidare con bambini non allacciati ai seggiolini. Di certo, in termini di sicurezza stradale, c’è ancora tanto da fare, forse sin troppo in Italia, dove troppi irresponsabili hanno ancora la Patente di guida a disposizione. L’unica cosa da fare è rivedere il sistema dall’inizio, ed aumentare le sanzioni in modo esemplare.

Impostazioni privacy