Motorsport, c’è una Formula bancarotta: esplodono i costi ma non gli spettatori

Il motorsport sta iniziando la sua stagione, ed in questo fine settimana si corre una gara attesa. Tuttavia, la categoria è in crisi.

Il mese di gennaio è quello in cui inizia il nuovo anno, ed anche per il motorsport vale lo stesso, anche se le competizioni non sono di certo innumerevoli come nel periodo successivo. Tuttavia, da circa una settimana è in atto la Dakar, una delle gare più spettacolari e difficili al mondo, una vera sfida per i piloti nel deserto dell’Arabia Saudita, dove il pericolo e la paura, in determinate occasioni, la fanno ancora da padroni.

Formula E risultati negativi
Formula E piloti in azione (ANSA) – Tuning.it

Un’altra gara molto attesa dagli amanti del motorsport è la prima tappa che riguarda il mondo dell’endurance, vale a dire la splendida 24 ore di Daytona in programma per il 27 di gennaio. La sfida tra Cadillac, Acura, BMW e Porsche è davvero molto intensa, con il debutto della Lamborghini che purtroppo è stato rinviato più avanti, altrimenti sarebbe stato uno spettacolo ancor più interessante da seguire.

Per quello che riguarda le categorie regine del motorsport, ovvero F1 e MotoGP, occorrerà attendere il mese di marzo, con il GP del Bahrain in programma per il 2 di marzo e quello del Qatar il 10. Anche il FIA WEC, che prenderà il via proprio a Losail, partirà sabato 2 marzo, mentre in questo fine settimana assisteremo alla prima tappa di un campionato che non riesce a fare breccia nei cuori dei fan, la Formula E.

Motorsport, la Formula E non riesce ad esplodere

Parte a Città del Messico la decima stagione di uno dei campionati più discussi del mondo del motorsport, vale a dire la Formula E. La serie full electric fece il proprio debutto nel 2014, con le monoposto che ormai sono arrivate alla terza generazione. Le prestazioni sono molto cresciute nel corso degli anni, non andando di pari passo con il seguito da parte dei fan. Pensate che il campionato intero è in rosso di quasi 250 milioni di euro, secondo quanto riportato da “Il Sole 24 Ore“, a causa, appunto, del deficit di pubblico. In totale, parliamo di un -242 milioni, una cifra davvero impressionante.

Formula E crisi da paura
Formula E crisi da milioni di euro (ANSA) – Tuning.it

I ricavi sono anche aumentati grazie all’allungamento del calendario che c’è stato durante gli anni, ma anche le spese per i maggiori trasporti hanno fatto la loro parte, unendo tutto allo scarso seguito. Infatti, il format della Formula E non è di certo tra i più amati dagli appassionati di motorsport, che raramente la seguono in televisione. Pensate che dal 2024 SKY Italia ha deciso di non trasmettere più le gare, cedendo tutto a Mediaset ed Eurosport, un qualcosa che fa ben capire quanto la serie full electric abbia poco seguito.

Va detto che il pubblico, sul fronte televisivo, è comunque cresciuto rispetto alle prime battute, ma ciò non basta per coprire il bilancio in rosso. Chiaramente, servirebbe una formula più innovativa per attrarre i tifosi, che semplicemente faticano a seguire un campionato del tutto basato su powertrain elettrici. Vedremo se in futuro qualcuno si adeguerà, iniziando ad accettare questo destino.

Impostazioni privacy