Il pick-up americano che è diventato un SUV di lusso: follia o idea fantastica?

I progetti di SUV e pick-up sono così tanti che, oramai, non se ne contano più. Ecco cosa si sono inventati negli Stati Uniti.

Alzi la mano chi non conosce il pick-up Ram, commercializzato come Dodge Ram sino al 2010. Rappresenta forse il pick-up più noto al mondo per il suo frontale imponente e il richiamo al passato. Nell’autunno del 1980 nacque il pick-up con il cofano ad ariete (Ram in inglese), usato già sui mezzi Dodge dal 1932 al 1954.

Il pick-up americano che è diventato un SUV di lusso: follia o idea fantastica?
SUV – Tuning.it

Di base si trattava di un camioncino con un vano posteriore, ideale per spostare oggetti anche molto ingombranti. Il mezzo fu realizzato in tantissimi generazione sino all’arrivo di Fiat Chrysler.

Ad oggi Stellantis North America (ex Chrysler Group LLC e FCA US LLC) ha puntato con decisione sul grande classico a stelle e strisce. L’attuale quinta serie del Ram ha esordito al North American International Auto Show del 2018 a Detroit, Michigan, lasciando tutti a bocca aperta.

I Ram sono stati eletti truck dell’anno dalla rivista Motor Trend otto volte. La seconda gen del Ram ha ottenuto il premio nel 1994, il Ram heavy duty di terza generazione ha conquistato il premio nel 2003, il Ram Heavy Duty di quarta generazione ha vinto il premio nel 2010 e il Ram 1500 di quarta generazione ha festeggiato il premio nel 2013 e 2014. Successo arrestato? Neanche per sogno perchè l’attuale pick-up Ram di quinta generazione è diventato il primo della storia a celebrare il prestigioso riconoscimento per tre volte consecutive, vincendo nel 2019, 2020 e 2021.

Partendo da questa base dei tecnici hanno elaborato una vettura innovativa. La Palladium è un’auto a ruote alte di lusso, costruita sulla base del Ram 1500, sotto il brand italiano Aznom. La vettura è stata svelata nel 2020. Il progetto è stato affidato a Marcello Meregalli. È lunga 5.960 millimetri, il che la rende un SUV limo piuttosto imponente. Scopriamo nel dettaglio come è nata questa idea.

Le caratteristiche dell’Aznom Palladium

Secondo i piani iniziali dell’azienda sarebbero dovuti essere costruiti 10 esemplari. Il primo fu subito prenotato da un uomo d’affari degli Emirati Arabi Uniti. Si sa che questo genere di vetture trovano uno spazio importante nel contesto sfarzoso di Dubai. Riprendendo alcuni elementi del Ram presenta gruppi ottici simili a quelli di un ariete, con luci posteriori trasparenti. Date una occhiata alla concorrenza.

L’auto a ruote alte è una delle più grandi in circolazione. I più esperti avranno notato delle contaminazioni con la Roll-Royce. La vettura, infatti, unisce elementi della Bentley Flying Spur, della Rolls-Royce Phantom e della Lamborghini Urus nel suo design. Da notare l’ampia calandra che si estende sino ai fari anteriori. Enormi i passaruota posteriori, che contengono maxi-ruote di 22 pollici. Il retrotreno risulta più slanciato, grazie ad una soluzione stilistica più da coupé.

Tetto spiovente, piccoli finestrini laterali che rendono l’abitacolo, decisamente, luminoso. Il peso a secco si attesta a 2.650 kg. Nella elaborazione, inoltre, del salotto interno non si è badato a spese ed è, ampiamente, personalizzabile. Performance? La Aznom Paladium vanta un motore V8 5.7 con 710 CV e 950 Nm di coppia. Lo scatto da fermo a 100 km/h è coperto in appena 4,5 secondi, mentre la top speed è limitata elettronicamente a 210 km/h.

La Palladium ha la trazione posteriore o 4×4 inseribile, e la trasmissione è automatica a 8 marce. Prezzo di circa 700mila euro, Iva esclusa. Il risultato stilistico potete valutarlo stesso voi, osservando il video in alto del canale ufficiale YouTube del brand.

Impostazioni privacy