Ferrari nuovo terremoto nel team: arriva l’annuncio di un nuovo cambiamento

La Ferrari ha appena comunicato una grossa novità che riguarda lo staff, con un cambio della guardia davvero inatteso per i fan.

Il mondiale di F1 targato 2023 si è concluso da poco più di un mese, con la Ferrari che lo ha concluso al terzo posto, fallendo l’assalto alla Mercedes proprio nel gran finale di Abu Dhabi. Si è trattato di un gran peccato, considerando che la Scuderia modenese aveva fatto una grande rimoonta dall’Olanda in poi, momento della stagione nel quale era staccata di oltre 50 punti dal team di Brackley, con una monoposto che faceva fatica a stare in strada, soprattutto nelle condizioni di passo gara.

Ferrari nuovo cambiamento
Ferrari con Carlos Sainz in azione (ANSA) – Tuning.it

Le cose sono poi migliorate da Monza in poi, con tante pole position e diversi podi portati a casa, compresa la vittoria di Carlos Sainz a Singapore. In ogni caso, la Ferrari ha avuto una stagione deludente e la SF-23 è stata un’auto poco performante, e c’è bisogno di una svolta notevole in chiave 2024. Nel frattempo, è stata appena comunicata una novità che ha del clamoroso in chiave futura, che può cambiare tutto.

Ferrari, grande cambiamento nella FDA

Nel 2009, nacque la Ferrari Driver Academy, utile per seguire giovani talenti da portare poi in F1 o comunque nelle categorie di riferimento del motorsport. Sino a pochi giorni fa, il punto di riferimento, che ricopriva il ruolo di responsabile, era Marco Matassa, che ora ha salutato Maranello per iniziare una nuova avventura.

Charles Leclerc che novità
Charles Leclerc in azione (ANSA) – Tuning.it

Dunque, la FDA avrà un nuovo responsabile, con il ruolo che è stato ereditato dall’ingegnere Jock Clear, ormai da anni con il Cavallino dopo la lunga esperienza tra BAR, Honda e Mercedes. Tra le novità più importanti c’è anche l’addio all’Academy da parte di Arthur Leclerc, vale a dire il fratellino di Charles che ora dovrà seguire un nuovo tipo di carriera.

Dunque, la Ferrari Driver Academy avrà ora una nuova guida, nella speranza di poter tornare a lanciare talenti in maniera importante, cosa che non sta avvenendo ormai da diversi anni, per l’esattezza proprio dall’arrivo in F1 del monegasco. Dopo di lui, solamente Mick Schumacher ha debuttato nella categoria di riferimento, per poi essere licenziato dalla Haas, il team per il quale correva, dopo solamente un biennio di permanenza. A questo punto, appare chiaro come un cambio al vertice dell’Academy possa far bene per cercare di smuovere le acque, per stare al passo con la concorrenza.

Di certo, uno degli errori più gravi della FDA degli ultimi anni è stato quello di non blindare un talento come quello di Andrea Kimi Antonelli, che è stato subito preso dalla Mercedes. Di talenti italiani se ne sente parlare molto poco, e per uno importante che era venuto fuori, se lo si è fatti soffiare da sotto il naso da Toto Wolff. Come sappiamo, al giorno d’oggi a Maranello il problema non sono di certo i piloti, ma è comunque fondamentale essere al top sotto tutti i punti di vista, e rinforzare questo reparto assumerà una grande importanza.

Impostazioni privacy