Addio dopo 56 anni allo storico modello: ecco l’ultimo esemplare prodotto

E’ stata una delle vetture più iconiche della storia dell’industria automobilistica americana e ora se ne andrà in pensione dopo una carriera lunga più di mezzo secolo.

Il mondo delle auto sta attraversando una fase di transizione che ha portato già tanti marchi a dire addio a vetture spettacolari. La rivoluzione elettrica che attende il mercato sta imponendo un nuovo approccio per tutti, top brand compresi. Pensate che la Ferrari sta lavorando sulla prima supercar alla spina e, a ruota, tanti altri marchi saranno costretti a proiettarsi al futuro con nuovi progetti che oscureranno un passato glorioso.

Addio dopo 56 anni allo storico modello
Novità clamorosa – tuning.it

L’industria a stelle e strisce è piena di supercar leggendarie che finiranno per essere accantonate. Oggi vi raccontiamo la storia di una regina assoluta. La Camaro è una delle muscle car più importanti dell’intero panorama mondiale, non solo per un prezzo più alla portata della fascia media, ma anche per uno stile inconfondibile. Un DNA che è nato dall’estro dei tecnici della Chevrolet. La prima gen esordì nel 1966 ed era offerta in configurazione coupé e cabriolet.

Furono scelte cilindrate di alto profilo, spaziando dai motori in linea a 6 cilindri per poi passare ai motori V8 ai 3,8 ai 6,5 litri. Il successo derivò da una configurazione sportiva con motore installato in posizione anteriore e trazione sulle ruote posteriori. La vettura fu lanciata per mettere i bastoni tra le ruote alla Ford Mustang che aveva preso le redini di comando del mercato emergente delle pony car. In quell’epoca erano il massimo per i giovani. Furono presentate tante varianti e la migliore era la COPO 427 insieme alla Yenko.

Erano equipaggiate da un motore da 425 cavalli e cambio manuale a 4 rapporti. Fu poi il turno della Z28, con un motore da 290 cavalli, alimentato da un unico carburatore Holley 850 Cfm. L’auto fu migliorata con cambio manuale a 4 rapporti e un differenziale a slittamento limitato. La Z28 passava da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi, raggiungeva i 400 metri da ferma in 15 secondi e aveva una velocità massima di 210 km/h. Per l’epoca erano numeri da capogiro. Nulla a confronto della ZL1.

Il canto del cigno della Camaro

Dopo oltre 50 anni i fan hanno dovuto dire addio alla mitica muscle car. La ZL1 1LE con cambio manuale, uscita dalla catena di montaggio di Lansing, nel Michigan, a dicembre scorso è stata l’ultima prodotta. I colleghi di Motor1.com US hanno dato la notizia che ha mandato nel panico milioni di appassionati. Una vettura che con il film Transformers è diventata molto popolare anche tra i più giovani.

Dopo il model year 2024 non ci saranno nuove collezioni. La vettura come vedrete nel video di DPCcars è stata prodotta in soli 350 esemplari e basata sulla versione ZL1 in colorazione Panther Black Matte. Sotto il cofano il motore LT4 V8 sovralimentato, il medesimo della versione ZL1. La vettura americana è stata lanciata per ben sei generazioni, dal 1966 sino ai giorni attuali. La Camaro model year 2024 non ha avuto un anno impatto negativo, in termini di vendite, ma per ora si punterà su altro.

Chevrolet ha immesso sul mercato 24.688 esemplari della sua piccola muscle car fino al terzo trimestre, con un incremento del 28,7% rispetto allo stesso periodo del 2022. Non si esclude un ritorno in una chiave diversa in futuro (elettrica come la futura Corvette?). “Anche se oggi non annunciamo un nuovo modello immediato, state certi che questa non è la fine della storia della Camaro“, ha annunciato il vicepresidente globale di Chevrolet, Scott Bell.

Impostazioni privacy