Marquez e quella differenza con Valentino Rossi: che “sconfitta” per lo spagnolo

Marc Marquez e Valentino Rossi si sono sfidati per anni, ed ora emerge una nuova curiosità. Ecco la sconfitta per lo spagnolo.

Il 2024 sarà un anno di grandi cambiamenti per Marc Marquez, il quale è pronto per salire in sella alla Ducati e debuttare con il Gresini Racing. Infatti, dopo 11 anni trascorsi con la Honda, è arrivato il momento di cambiare tutto, e di provare a tornare a vincere dopo stagioni molto sofferte. Il crollo tecnico della RC213V lo ha costretto a rivedere i propri piani, nella speranza di avere un futuro migliore.

Valentino Rossi e Marc Marquez nuova sfida
Valentino Rossi e Marc Marquez in conferenza stampa (ANSA) – Tuning.it

La prossima stagione sarà fondamentale per le ambizioni di Marquez, che sa di trovarsi di fronte ad una specie di ultima occasione. Infatti, la Ducati è la moto migliore di tutte, e fallire in sella a lei significherebbe perdere molto peso, ma siamo certi che se la giocherà al meglio. Nelle ultime ore, è emerso un nuovo confronto con Valentino Rossi.

Marquez, ecco la differenza con Valentino Rossi

In quel del Twin Ring Motegi, Marc Marquez ha presenziato alla festa di fine anno della Honda, ed ha incontrato anche Max Verstappen, con il quale ha parlato di F1 ed anche di molti altri aspetti. Proprio per questo, il nativo di Cervera è stato interpellato sul test che fece su una Red Bull tanti anni fa, escludendo però altre sue apparizioni sulle monoposto.

Valentino Rossi Ferrari in passato
Valentino Rossi Ferrari in azione nel 2005 (ANSA) – Tuning.it

Ecco le sue parole: “Credo sia stato fantastico provare un’auto di F1, ma quel giorno c’era una grande attenzione attorno a me. Devo ringraziare Mark Webber e la Red Bull, ma anche Helmut Marko e Niki Lauda erano presenti quel giorno, mi sono stati tutti molto vicini. Fu davvero una giornata speciale che ricordo con grande piacere, sono stato anche veloce e conoscevo bene quella pista“.

Marquez ha poi fatto capire che non ha alcuna intenzione di provare una carriera in F1, dal momento che è ormai troppo avanti con l’età e che si è sempre concentrato sulle due ruote: “Ovviamente, tutto sarebbe diverso su una pista cittadina come Monaco, se vuoi andare forte in una categoria devi iniziare da piccolo, perché altrimenti poi non c’è tempo per accumulare tutti quegli automatismi utili per andare forte“.

Da questo punto di vista, emerge una differenza con Valentino Rossi, che fece molti test con la Ferrari andando molto forte, a tal punto che, alla metà degli anni Duemila, pareva vicino all’ingresso in F1. All’epoca, il presidente Luca Cordero di Montezemolo stava spingendo per introdurre una terza macchina, che però non fu concessa dalla FIA. Inoltre, il “Dottore” decise di concentrarsi sulle due ruote, e così il sogno svanì per sempre.

Al giorno d’oggi, il pilota di Tavullia ha deciso comunque di concentrarsi sulle quattro ruote, dal momento che corre con la BMW nelle gare GT3, e nel 2024 farà il proprio debutto nel FIA WEC ed alla 24 ore di Le Mans. Vedremo se Marquez, in un futuro magari non troppo lontano, proverà a cimentarsi in altre categorie del motorsport, magari a quattro ruote.

Impostazioni privacy